C'era una volta l'Henry di Valmontone. Ai tempi della Roma Alessio Cerciveniva considerato un piccolo fenomeno, tanto da ricevere questo audace soprannome che poi lo ha accompagnato negli anni più in forma ironica che realistica.