"Bonucci pensi a giocare". Che poi diventa, edulcorato, chiarito e "non strumentalizzato", un "ad avercene di ragazzi come lui in campo e negli spogliatoi".