Da una parte l'Italia (per ora) di Gigi Di Biagio, dall'altra la possibile candidatura di Alessandro Costacurta: la strada di Damiano Tommasi verso la FIGC ha nuove sfumature Damiano Tommasi futuro presidente FIGC? Possibile, anche se per adesso l'obiettivo dello stesso Tommasi è anche l'Italia, intesa come Nazionale: «Ho chiesto la possibilità di presentare il mio programma in assemblea, ma non so se avrò la possibilità di parlarne. Se non mi sarà accordata, di sicuro ci sarà tempo di farlo nelle prossime settimane. Se si svestono i panni della squadra in cui si gioca, si veste una maglia sola, quella azzurra. Non so se ci sarà un nuovo ct per l'amichevole con l'Inghilterra. In questo momento reputo giusto che ci stia lavorando Gigi Di Biagio anche perché alle porte c’è l’impegno delle qualificazioni agli Europei. Penso sia l'ideale andare avanti per ora con Di Biagio e il suo staff. Il ct deve essere una scelta di un certo tipo». Attenzione anche alla possibilità che Alessandro Costacurta possa andare contro Tommasi in un ipotetico testa a testa per la poltrona di presidente federale. «I grandi ex? Nessun presidente federale può esimersi dal coinvolgerli se loro sono stimolati ad essere coinvolti. Credo che sia doveroso riportare quelle persone all’interno della Federazione per riportare l'aspetto sportivo al centro del dibattito. Ben venga Costacurta come mio possibile avversario se si riesce a convergere su un nome esterno all'attuale consiglio federale e che possa essere unitario. Se si trattasse di un ex calciatore è inutile chiedercelo, siamo pronti» è quanto ha dichiarato Tommasi.
Leggi su Calcionews24.com