Al Politecnico di Torino si sono messi in testa di fare le pulci al tennis. Meglio: di mettere un po’ di ordine nei tabelloni, di rendere meno prevedibili i tornei, anche quelli dello Slam. Come? Con un algoritmo. Che si propone di integrare il seeding, cioè il sistema delle teste di serie inventato a fine XIX secolo dal matematico e reverendo Char...