Carlo Ancelotti avrà, di certo, preso male (per quanto fosse nell’aria) la notizia del suo licenziamento dal Bayern Monaco, avvenuto nella giornata di oggi.

L’allenatore di Reggiolo potrebbe, tuttavia, trovare ben presto una nuova sistemazione: tanti sono, infatti, i suoi estimatori in giro per il mondo. Tra questi, la nuova proprietà cinese del Milan non ha mai fatto segreto di voler riportare Carletto a Milanello, essendo, peraltro, il suo un nome di fama mondiale e molto gradito al pubblico rossonero. Notti insonni attendono, dunque, Montella, che, nonostante le rassicurazioni societarie, è, già da qualche giorno, sulla graticola dopo la figuraccia del Ferraris. Il nome di Ancelotti fa gola, invero, anche in Cina, dove sarebbero disposti a offrirgli fior di milioni con la prospettiva di un calciomercato invernale stratosferico. A quel punto il tecnico emiliano, posto dinanzi a un bivio, sarebbe costretto a scegliere se dare ascolto al cuore o al portafoglio. Da non saottovalutare, infine, l’ipotesi del ritorno in Premier League, magari sulla panchina dell’Arsenal, qualora Wenger dovesse fallire per il secondo anno di fila la qualificazione in Champions. Da escludere, invece, un Real-bis così come l’approdo in azzurro.