Da venerdì scorso non si registrano più segnali sul fronte della trattativa tra Yonghong Li e Rocco Commisso. L’italo-americano aveva messo sul piatto il risanamento dei debiti con Elliott, il 30% delle azioni del Milan e la gestione del mercato cinese, ricevendo un due di picche dall’attuale presidente rossonero.

Secondo quanto ricostruisce Tuttosport, il dossier è ora in mano ai nuovi consulenti legali di Mr. Li: lo studio White & Case e l’advisor Alantra che avrebbero esaminato la situazione. Ma per il patron del Milan incombe la scadenza di venerdì prossimo con Elliott, che attende il rimborso dei 32 milioni di euro versati nelle casse di via Aldo Rossi per il completamento dell’aumento di capitale, necessario per l’iscrizione del club al prossimo camponato.

Nelle ultime ore si è fatta strada l’ipotesi che Yonghong Li possa rimborsare in tempo il fondo americano ed evitare l’escussione del pegno. Nel frattempo, non sembra essere uscita di scena la famiglia Ricketts, al lavoro con Morgan Stanley proprio sui conti del Milan. E c’è pure Stephen Ross, proprietario dei Miami Dolphins.