Sfortunato pareggio per il Milan che dimostra di soffrire particolarmente la trasferta di Udine. Dopo essere passato in vantaggio con una perla di Suso, i rossoneri non sfruttano le occasioni create nella prima frazione di gioco e concedono il pari all’Udinese dopo essere rimasti in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di un ingenuo Calabria.

Donnarumma voto 6.5 – Quasi spettatore per i primi 45′, nel secondo tempo, dopo l’espulsione di Calabria si rende protagonista di due parate miracolose su Jankto e Maxi Lopez, che però non bastano a salvare il risultato. Nulla può sul tiro-cross di Lasagna deviato in maniera beffarda da Bonucci che concede l’1-1 all’Udinese.

Abate voto 6 – Fa meglio del compagno Calabria sull’altra fascia, ma non incide in fase offensiva.

Romagnoli voto 6.5
 – Supporta Bonucci con puntualità e precisione per tutto il primo tempo. sfruttando la maggiore velocità sul breve rispetto al capitano rossonero.

Bonucci voto 5.5 – Sporca una buona prestazione con la deviazione decisiva sul cross di Lasagna e regalando di fatto il gol all’Udinese. Nel secondo tempo pasticcia troppo.

Calabria voto 4.5 – Il terzino classe ’96 dimostra di saper fare meglio sulla fascia destra. Dopo una prestazione discreta nei primi 45′, si fa espellere ingenuamente nel secondo tempo, compromettendo di fatto la partita del Milan, fino a quel momento in vantaggio.

Kessié voto 6 – Combatte a tutto campo, ma rispetto alle ultime uscite si rende meno utile in fase di costruzione e pericoloso in fase offensiva. Rischia di riportare in vantaggio i rossoneri a 10′ minuti dalla fine, ma il gambone di Danilo impedisce il gol.

Biglia voto 6.5 – In crescita rispetto ad inizio stagione. Con il Diavolo rimasto in inferiorità numerica, veste i panni dell’incontrista più che del play maker. Sacrificato.

Bonaventura voto 5.5 – Parte bene nel primo tempo, rimanendo nel vivo di tutte le azioni rossonere, scompare alla lunga. Esce dopo l’espulsione di Calabria per consentire equilibrio tattico (dal 70′ Antonelli voto 6 – Non cambia il copione della partita, né crea pericoli sulla sinistra, limitandosi a coprire).

Suso voto 7 – Sblocca il match con un missile terra-aria che sicuramente entrerà nella lista dei gol più belli della stagione, che non riesce però a regalare la vittoria al Milan. Il più ispirato tra i rossoneri.

André Silva voto 4.5 – “Gli manca il veleno” pare che abbia detto Gattuso verso la sua panchina a metà primo tempo, riferendosi proprio al portoghese. Al 23′ infatti sciupa una ghiotta occasione solo davanti a Bizzarri e al 64′ prova una velleitaria volet che però termina di poco alto. Spaesato (dal 71′ Kalinic voto 6 – Entrato nel momento di maggiore difficoltà del Milan, cerca di dare la scossa ai rossoneri, creando qualche pericolo nell’area bianconera. Sfiora il gol sul finale).

Calhanoglu voto 5 – Come già visto in Coppa Italia contro la Lazio, il turco, che fino alla scorsa domenica pareva essere il più in forma, è tornato a latitare nel campo senza incidere. Oggi in particolare poco consistente e preciso (dal 78′ Borini voto 6 – Tanta grinta come sempre, aiuta a ripristinare l’equilibri di un Milan in inferiorità numerica, ma non incide sul piano della qualità e della pericolosità).

Gattuso voto 5.5 – Abbiamo apprezzato e lodato il tecnico rossonero nelle ultime uscite, ma oggi contro l’Udinese mette in evidenza alcune lacune dettate anche e soprattutto dalla sua inesperienza. Oltre a sbagliare la formazione iniziale, scegliendo André Silva n avanti, tarda a sostituire l’affannato Calabria, già ammonito, causandone l’espulsione.