L’Italia, sul fronte VAR, è divisa in due, se così si possono definire, fazioni. Infatti, molti club sono contrari all’utilizzo della moviola in campo nel calcio, mentre altri, fra cui il Milan (anche se il club rossonero è stato penalizzato numerose volte dalle decisioni arbitrali, ndr), sono a favore. Gianni Infantino, presidente della FIFA, seguirebbe quest’ultimo gruppo perché, infatti, vorrebbe portare questa tecnologia – usata al momento solo in Serie A ed in Ligue 1 -ai Mondiali in Russia. “Il 3 marzo si deciderà se il VAR farà parte del regolamento e diventerà un aiuto ufficiale per gli arbitri o no. Sono fiducioso e positivo” ha dichiarato, di fatto, Infantino a Sportmediaset.