Come riportato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport venerdì si riunirà il consiglio d’amministrazione casa Milan, data in cui Yonghong Li dovrà sottoscrivere le azioni necessarie per l’aumento di capitale. Il cda provvederà a ratificare il deposito dei 10 milioni precedenti versati a inizio mese. Ne restano altri 32 da versare entro la fine di giugno. Tante cose, però, potrebbero essere mutate: all’aumento, infatti, potrebbe provvedere il nuovo socio di minoranza.

Quest’ultimo rivestirebbe anche due ruoli fondamentali per la continuità aziendale del club. Da un lato permetterebbe a Mr. Li di rifinanziare il debito contratto con il fondo americano Elliott (380 computati anche gli interessi), dall’altro garantirebbe liquidità davanti all’UEFA che provvederà, con sentenza, a sanzionare il Milan dopo la mancata concessione sia del voluntary che del settlement agreement.