Lo storico preparatore dei portieri di Carlo Ancelotti, William Vecchi, quest’anno nello staff delle giovanili della Reggiana, ha parlato ai microfoni di Tmw proprio del suo grande amico Carletto: “I numeri lo incoronano re d’Europa. Gli manca solo andare a vincere in America e poi potremmo definirlo il nuovo Garibaldi, l’eroe dei due mondi. Scherzi a parte, Ancelotti è senza dubbio uno degli allenatori più importanti della storia del calcio mondiale. Il miglior ricordo con lui è quello di Manchester, quando al Milan abbiamo vinto ai rigori con la Juventus la finale di Champions League (stagione 2002-2003, ndr), ma anche la Décima col Real Madrid del 2013-2014 è stata memorabile. Il suo segreto? Carlo è un allenatore a cui tutti vogliono bene, un leader che si fa rispettare senza quasi mai alzare la voce. Ha un ascendente sui calciatori davvero impressionante, ne sono sempre rimasto colpito”.