Zamparini Gattuso lo ha avuto come allenatore a Palermo e lo ha esonerato: ora lo osserverà come tecnico del Milan, ma già spende belle parole per lui C'è stato un momento in cui Maurizio Zamparini ha puntato su Gennaro Gattuso. Era il Palermo appena retrocesso, Ringhio durò poche partite e venne esonerato, un modus operandi piuttosto conosciuto in rosanero. L'attuale allenatore del Milan non ha poi avuto parole d'elogio per il proprietario dei siciliani, che adesso rivendica la paternità della scelta di Gattuso come allenatore (anche se a Palermo fu la sua seconda esperienza dopo il Sion). «Fui un mago. Il cognome aiutò parecchio e il suo è sinonimo di temperamenti. Gli manca esperienza a grandi livelli ma ce la farà» è quanto ammette adesso Zamparini, che ha sotterrato l'ascia di guerra col tecnico. Il patron del Palermo dice che Gattuso adesso dovrà dimostrare di essere altro rispetto al cognome pesante che porta. La Serie A è un altro livello e il calabrese deve fare esperienza, la speranza di Zamparini è che possa accadere a San Siro. Non giudica la scelta della dirigenza del Milan, ma comunque appoggia la decisione di chiamare l'ex centrocampista come mister. A La Gazzetta dello Sport conclude così: «Da noi non andò bene ma ora è diverso. Saprà farsi strada. Gli auguro una carriera alla Antonio Conte, che adesso è a alti livelli ma è passato da Bari e Siena».
Leggi su Calcionews24.com