gazzettarossonera.it

Albertini avvisa il Milan: “Partita da dentro o fuori!”, poi il retroscena su Capello

Albertini avvisa il Milan: “Partita da dentro o fuori!”, poi il retroscena su Capello

Intervistato alla Gazzetta dello Sport, l’ex rossonero Demetrio Albertini ha parlato alla vigilia del derby di Milano. Lui, che ne ha giocati 23, ha raccontato come gestire al meglio una partita da dentro o fuori, soprattutto per Milan. Infine il curioso retroscena con Capello.

Di seguito le sue parole:

“Il 5 febbraio segna la storia del Milan”

“Il derby è l’unica partita di campionato che si vive sempre come un dentro o fuori. Pensate a un turno a eliminazione diretta del Mondiale o di Champions: ecco, quando Milan e Inter si affrontano la pressione sale a quei livelli. E il fatto che si giochi il 5 febbraio, come per il 2-1 dell’anno scorso deciso da Giroud, è un’immagine simbolicamente potente: il 5 febbraio ha segnato e segnerà la storia del Milan di Pioli”.

Albertini Milan Capello

“Cercavamo di compattare il gruppo ancora di più. In quel Milan c’erano grandi campioni, abituati a giocare per coppe e scudetti. Quando arrivava il derby, però, noi sentivamo ogni volta l’esigenza di ricordare a chi non era cresciuto al Milan quanto fosse speciale quella sfida. Il messaggio era: devi dare il massimo per il club, per te stesso, ma anche per noi“.

“Una signora si affacciava dal balcone”, Albertini racconta

Quando il nostro pullman passava da piazzale Lotto c’era una signora che si affacciava al balcone e
sventolava la bandiera rossonera. Se non succedeva, qualcosa sarebbe andato storto. Fu così che una volta scoprimmo che era Capello a farla chiamare tutte le volte”.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

We have detected that you are using extensions to block ads. Please support us by disabling these ads blocker.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com