L’era Gattuso, forse, non poteva iniziare peggio di così. Quello di Benevento è un risultato beffardo, per i modi e i tempi in cui è arrivato. Tra le tante cose che ancora non sono andate tra i rossoneri, c’è sicuramente l’attacco, rappresentato ieri da Kalinic.

Il croato, a parte il gol (era praticamente solo e indisturbato), non ha convinto, ha sbagliato e prodotto pochissimo. E oltre a non aver creato particolari occasioni, Kalinic ha fatto male anche in termini di pressing e di gioco di squadra, apparendo spesso avulso dal contesto.

Zero spazio per Cutrone e André Silva, il che conferma le gerarchie e le scelte che già Montella prima di Gattuso stava portando avanti. Purtroppo, in un momento del genere, in cui serve fare punti, l’attacco rossonero manca completamente all’appello.