Biglia-Montolivo capitolo 2: si rinnova il ballottaggio a centrocampo anche per il Milan del nuovo corso Gattuso Sono giorni di fermento in casa Milan. Con l'arrivo di Gattuso le gerarchie create da Montella saltano e per tutti i giocatori in rosa è un'ottima occasione per mettersi in mostra e tentare di giocarsi un posto da titolare. Uno dei leitmotiv di questo inizio di stagione è sicuramente il ballottaggio a centrocampo tra Biglia e Montolivo e questo dilemma si presenterà anche nella testa di Ringhio. Complice anche un'infiammazione al tendine rotuleo che lo ha tenuto fermo ai box per una ventina di giorni, l'argentino da quando veste la maglia rossonera non ha ancora dimostrato ai tifosi di essere all'altezza dei 20 milioni di euro spesi per lui quest'estate. Versando alla Lazio quella cifra, la società ha fatto intendere di voler affidare a lui le chiavi della mediana, ma con il rientro di Montolivo dallo sfortunato infortunio al legamento la concorrenza si è fatta più dura di quanto si pensasse. L'ex capitano rossonero infatti ha dimostrato di essere ancora in grado di giocarsi le sue carte, andando sorprendentemente anche più volte in gol. Montella ha spesso preferito dare più ragione alle prestazioni in campo rispetto alle volontà della società, ma non è detto che il nuovo tecnico continui per questa strada. Quello che è certo è che Biglia adesso ha a disposizione una seconda possibilità per scacciare ogni tipo di dubbio e prendersi il posto da titolare facendo vedere finalmente ciò di cui è capace. Il talento sicuramente non manca e questo cambiamento in panchina potrebbe portargli nuovi stimoli per far vedere a se stesso e ai tifosi che l'inizio sottotono può essere lasciato alle spalle. D'altro canto Montolivo pare finalmente un giocatore ritrovato e le critiche spesso mosse nei suoi confronti paiono spente. Non sarà facile per Rino trovare il giusto equilibrio tra i due, ma la sua personalità gli permetterà di decidere senza farsi condizionare dal recente passato dei due centrocampisti, cercando di pensare unicamente al bene di questo nuovo Milan.
Leggi su Calcionews24.com