Weekend intenso per le formazioni impegnate nel Gruppo D di Europa League. Il Milan, come sappiamo, non è andato oltre il pari nella trasferta di Benevento. Stessa sorte (1-1) per l’Austria Vienna. Successo importante per l’AEK, che prosegue il suo cammino in vetta, mentre il Rijeka trova la settima sconfitta in 18 incontri di campionato. Ma entriamo nello specifico andando ad analizzare ciascun match.

AUSTRIA VIENNA
Finisce 1-1 il big match della 18° giornata tra Austria Vienna e la capolista Salisburgo. All’Ernst Happel Stadion sono gli ospiti a passare in vantaggio con la rete al 79′ di Ulmer. Ma nel finale arriva il gol-beffa degli uomini di Fink con Monschein (in gol anche a San Siro contro il Milan), che al 94′ riporta il risultato in equilibrio. È un punto importante per l’Austria Vienna, che si piazza al 5° posto a cinque lunghezze dall’Admira.

AEK ATENE
Continua il testa a testa in vetta al campionato greco tra AEK e Olympiakos. La formazione di Jimenez ha la meglio nella delicata trasferta contro il Levadiakos per 2-0, in virtù delle reti di Livaja e Araujo a metà ripresa. Ora sono 27 i punti dei gialloneri, a +1 dall’Olympiakos e a +2 dal PAOK. Prossima sfida: AEK-Kerkyra.

RIJEKA
Non un sabato da ricordare per i ragazzi di Kek, che allo Stadion HNK Rijeka vengono sconfitti per 1-2 dall’Hajduk Split, in una partita vibrante: al gol in apertura di Basic, risponde Bradaric per il momentaneo 1-1, prima del nuovo sorpasso ospite con Ergec. Nel finale è Gavranovic ad avere sul piede il pallone del pareggio, ma dagli undici metri il numero 17 di casa fallisce il 2-2. I croati, dopo questo ko, restano fermi al 4° posto con 29 punti, a -3 dalla zona-Europa.

Fonte: acmilan.com