Deluso. Ma leggermente rinfrancato dalla presenza “grintosa” di Rino Gattuso in panchina. Cristian Brocchi, che su quella panchina si è seduto per volontà di Silvio Berlusconi, non le manda a dire circa la fine del vecchio Milan.

“Tutti pensano al Milan ricordando la squadra gloriosa e vincente, ma non esiste più“, ha ricordato l’ex allenatore ad un evento milanese “Natale in campo 3”. E ancora, come riporta La Gazzetta dello Sport: Bisogna ripartire e puntare a qualcosa in 3-4 anni”.

Infine: “Alle prime difficoltà si è creata un’aria negativa che ha bloccato la rosa. Ora Gattuso deve fare il Gattuso”.