La compravendita del Milan finisce al vaglio della Camera dei Deputati. Paolo Nicolò Romano, onorevole del Movimento 5 Stelle, ha presentato un’interrogazione parlamentare, per fare chiarezza sulla cessione del club rossonero e sulla provenienza dei fondi di Li Yonghong.

Ricostruendo la trattativa e riferendosi all’inchiesta del New York Times, riporta La Gazzetta dello Sport oggi, nell’interrogazione si dice anche che a Li Yonghong mancherebbero i requisiti necessari chiesti dalla FIGC a chi acquista una quota maggiore del 10% di una società di calcio. Inoltre, secondo Romano parte della documentazione richiesta non è stata depositata in federazione.

Nell’interrogazione parlamentare si accusa Silvio Berlusconi di aver riportato suoi capitali in Italia: “Negli ambienti calcistici, sono forti le voci che la vendita del Milan altro non trattasi che di ‘Voluntary Disclosure di Berlusconi’, un noto evasore fiscale già condannato per reati tributari, che di fatto starebbe facendo rientrare capitali non dichiarati detenuti ad Hong Kong“. La questione potrebbe essere discussa mercoledì, tuttavia non è da escludere, da parte di Romano, un esposto alla Guardia di Finanza o alla Procura di Milano.