Ibrahimovic

MILANO-A "I Signori del calcio" questa sera alle 22.45 parlerà Zlatan Ibrahimovic, raccontando la sua storia, dalla Svezia, all'Olanda, arrivando in Italia e rifiutando l'Arsenal. Ecco le parole di Zlatan a Sky: "Sono andato a Londra per un appuntamento con Wenger, che mi ha chiesto di fare un provino per l’Arsenal. Gli ho detto o mi prendi o no, non sono qua per perdere tempo. C’era anche l’Ajax che era in trattativa per il mio cartellino. Dopo avermi seguito durante il ritiro estivo in Spagna, mi hanno contattato dalla squadra olandese e abbiamo chiuso il mio trasferimento in un’ora. Quando è uscita la notizia, mia mamma mi ha chiamato con voce triste ed era convinta fosse successo qualcosa di brutto, perché, da dove veniamo noi, quando esce la tua foto in televisione è successo qualcosa di grave o hai subito un infortunio serio. Anche se tu sei diverso, o arrivi da brutte zone, tutto è possibile: basta lavorare e credere in se stessi. All’Ajax però non avevo nessuno. In quella fase della mia carriera non facevo tanti gol, quindi mi fischiavano molto. Poi all’Ajax è arrivato Ronald Koeman, che ha iniziato a parlare con me mi ha parlato molto. Finalmente ho trovato un allenatore che mi parlava, che mi aiutava, non solo uno che mi dava ordini, che mi diceva quello che devo fare senza fornirmi alcun feedback. Quando ho fatto gol nella finale di Coppa Nazionale Olandese, ricordo che lui è venuto da me e mi ha ringraziato."

The post Ibra: “Ronald Koeman mi ha aiutato molto” appeared first on Il Milanista.