Per molti il pari del Benevento è paragonabile al famoso Milan-Cavese 1-2. Secondo la società rossonera però non è così In tanti hanno paragonato il 2-2 tra Benevento e Milan alla sconfitta interna contro la Cavese, nel campionato di Serie B stagione 1982/1983. Anche la "Gazzetta dello Sport" stamani ha paragonato il pari del Vigorito al clamoroso ko di San Siro andato in scena 35 anni fa ma il club rossonero, nel corso della sua rassegna stampa, ha risposto in maniera piccata: «No, non è la Cavese. Il Milan è stato beffato crudelmente a Benevento, dove c'è chi ha vinto di goleada e chi di strettissima misura proprio come stavano facendo i rossoneri fino al 94'. Ma oggi la squadra è in Europa e la sua classifica, pur molto deludente rispetto alle aspettative, in ogni caso non preclude obiettivi europei ai rossoneri. Tentare di trasformare le beffe dure da digerire in tragedie sportive, significa farsi prendere eccessivamente la mano. La squadra è molto contenta del lavoro che sta iniziando a fare con Rino Gattuso e le possibilità di migliorare ci sono. Il campo lo dimostrerà». Critiche anche a chi attacca Gattuso: «Che il gol di Brignoli spazzasse via tutto il resto, era da mettere in conto. Ed è puntualmente accaduto. Ma al netto degli sfottò dei social e non solo dei social, oltre a ricordarsi che il calcio è una ruota sempre in movimento, il Milan deve essere bravo a stare zitto e a lavorare sotto traccia. Quella pre-Benevento era l'unica settimana priva di partite ufficiali e andava fatto un lavoro di carico che ha reso le gambe rossonere pesanti nel finale di gara. Ma si tratta di un lavoro che darà i suoi frutti. Il gol di Brignoli non ha tolto mordente e intensità a Gattuso, come la squadra ha rilevato fin da ieri a Milanello». https://twitter.com/capuanogio/status/937970192969289730
Leggi su Calcionews24.com