In queste ultime ore si discute molto sul futuro del Milan. Non solo da un punto di vista calcistico. Dicembre sarà un mese importante, forse decisivo. Nel corso delle prossime settimane, la dirigenza rossonera dovrebbe prendere una decisione sulla questione legata alla realizzazione di un nuovo stadio. L’incontro avvenuto ieri con il Comune di Milano, infatti, dimostra che l’idea della società è costruire un impianto di proprietà. La strada sembra avviata, ora resta da capire quale potrebbe essere l’area in cui concretizzare tale progetto.

Ma, siamo sicuri che un nuovo stadio di proprietà sia la scelta migliore per il Milan? Nessuno può mettere in discussione il fascino di San Siro. L’emozione e la passione che riesce a trasmetterti la ‘Scala del Calcio’ è unica, inimitabile. E’ stato il simbolo del grande Milan, ha incuto timore nella testa e nelle gambe di qualsiasi avversario al mondo. Ora la nuova società ritiene che uno stadio di proprietà possa incrementare i ricavi. Indubbiamente, gli esempi del recente passato sembrerebbero dar ragione alla dirigenza rossonera. Ciò che non viene preso in considerazione, però, è che stiamo parlando di San Siro, non uno stadio come gli altri. La Juventus, nell’agosto del 2011, presentò e inaugurò lo Juventus Stadium, oggi Allianz Stadium. La storia ci insegna che la Juve da quell’estate ad oggi ha conquistato 6 scudetti consecutivi e disputato 2 finale di Champions negli ultimi tre anni. Ma la ‘Vecchia Signora’, prima dell’Allianz Stadium, aveva vissuto anni difficilissimi, quasi tragici. Da Calciopoli alla retrocessione in Serie B. E le partite interne si giocavano allo stadio comunale di Torino. Dunque, tutta un’altra storia.

Sarebbe importante sentire il parere dei tifosi, la vera anima di ogni stadio. Il popolo milanista è legato a San Siro, si sente a casa. Non è assolutamente certo che un nuovo impianto rilancerebbe calcisticamente il Milan, e non è assolutamente certo che incrementerebbe i ricavi. Sono semplici ipotesi che, al momento, non possono trovare alcun riscontro. San Siro è il simbolo del Diavolo e lasciarlo sarebbe davvero un dolore non solo per i milanisti, ma per tutti gli amanti di calcio che identificavano la Scala del Calcio con il grande Milan.