I rossoneri si ribellano a condizioni inaccettabili: rifinanziamento di 350 milioni entro l’8 dicembre e deposito cauzionale di 165 milioni