L’ultima volta in cui il Milan disputò l’ultima giornata di una fase a gironi di una competizione europea con in panchina un allenatore diverso, rispetto a quello dei primi cinque turni, risale all’edizione 1996/1997 della Champions League. Era il 4 dicembre 1996 e gli uomini di Sacchi, che due giorni prima era subentrato all’esonerato Tabarez, persero in casa contro il Rosenborg, venendo eliminati dalla competizione. Decisive, ai fini del risultato finale, furono le reti di Brattbakk e Heggem, che resero inutile il momentaneo uno a uno di Dugarry. Per ottenere il pass per i quarti di finale, ai rossoneri, sarebbe bastato anche un pareggio.