Secondo Arrigo Sacchi anche in caso di vittoria del Napoli stasera contro la Juventus, il campionato non può considerarsi chiuso Arrigo Sacchi è uno che di campionati ne ha vinti parecchi: chi meglio di lui, allora, per analizzare il big match di stasera tra Napoli e Juventus? Intervistato da La Stampa, il tecnico di Fusignano è convinto che anche in caso di successo dei partenopei, il discorso campionato non sarebbe chiuso: «Non sarebbe finita neanche con il Napoli a +7. La Juve saprebbe gestire un vantaggio così. Gli azzurri invece non hanno ancora quell'abitudine». Juventus superiore da questo punto di vista dunque, ma Sacchi alla squadra di Allegri imputa un deficit di coraggio e ambizione: «La Juve è storia e tradizione. Senso di appartenenza e orgoglio: a volte mi chiedo perché non provi a vincere per lasciare un segno indelebile nel nostro calcio. Nessuna critica a chi sta al vertice da molto tempo, ma vorrei che i bianconeri trasmettessero anche quel senso di rischio alla base di ogni grande avventura». Nel descrivere il confronto tra Napoli e Juve, Sacchi sembra premiare Sarri rispetto ad Allegri: «Due mondi che non dovrebbero avere punti in comune per risultati e investimenti, o forza negli investimenti. Poi, ci sono le idee e così le due realtà si trovano a sfidarsi da vicino».
Leggi su Calcionews24.com